Notizie Parrucchieri e Bellezza

Notizie e novità dal Mondo della Bellezza
Information and news from the World of Beauty
Informationen und Neuigkeiten aus der Welt der Schönheit
Information et nouvelles du monde de la Beauté
Información y noticias del mundo de la belleza
信息和新闻从美的世界
Информация и новости из мира красоты
المعلومات والأخبار من عالم الجمال


BEAUTY NEWS

Come si applica l'armocromia al make up? L'analisi dei colori ci permette di individuare la nostra stagione di appartenenza e quindi la nostra palette di riferimento con i colori che ci valorizzano al meglio, sia per quanto riguarda il beauty che l'abbigliamento. Anche il trucco quindi va scelto a seconda della nostra stagione armocromatica: tutti i consigli make up per ogni stagione.Continua a leggere

Continua a leggere

Oggi, 4 aprile, Robert Downey Jr. compie 55 anni. Un traguardo che supera il mezzo secolo per un attore che ha letteralmente segnato con la sua opera gli anni zero. Proprio Robert Downey ha dato l'abbrivio al fenomeno dei cinecomics conferendo, a quelli che erano da sempre vissuti come prodotti d'intrattenimento ingenui e molto semplici, una serie di differenti sfumature di maturità che hanno davvero gettato le basi per il grande successo del Marvel Cinematic Universe.

Il segreto del successo? Il suo carisma. Straripante, incontenibile, soverchiante, immediato e senza compromessi: l'ego charmant di Robert Downey Jr. è una stella accesa intorno a cui tutto ruota sempre e comunque.

Robert Downey Jr.
True believer, 19891990sAir America, 1990Chaplin, 199250TH ANNUAL GOLDEN GLOBE AWARDS, 1993Culver City, 1996The gingerbread man, 1998Avengers Assemble premiere, 2012Only You, 1994Sherlock Holmes, 2009Sherlock Holmes - a Game of Shadows, 2011Avengers Assemble premiere, 20122014 BAFTA Iron Man 3Iron Man 3The judge, 2014

Che sia il multimilionario filantropo e playboy Tony Stark, che sia l'imprevedibile e brillante Sharlock Holmes, Downey Jr. porta sullo schermo sostanzialmente se stesso tanto che pare difficile capire dove finisca il personaggio e dove inizi l'uomo, dove la celluloide e dove la vita vera.

Anche perché la sua vita sembra essere stata scritta da uno sceneggiatore a partire dal suo rise and fall con lieto fine annesso: da giovane talento a impresentabile fino a ritornare a stella di prima grandezza.

Per festeggiare i 55esimo compleanno di Robert Donwey Jr. abbiamo deciso di raccontare la sua carriera in 5 film iconici

Al di là di tutti i limiti Al di là di tutti i limiti (© 20th Century-Fox Film Corp. All Rights Reserved)LESS THAN ZERO, Jami Gertz, Robert Downey, Jr., Andrew McCarthy, 1987, TM and Copyright (c) 20th Cen
Al di là di tutti i limiti (© 20th Century-Fox Film Corp. All Rights Reserved)
©20thCentFox/Courtesy Everett Collection

Meno famoso di La donna esplosiva di John Hughes, Al di là di tutti i limiti è per noi il film che veramente segna l'esordio di Robert Downey Jr. e della sua capacità di portare sullo schermo l'indolenza dell'eccesso. Il film, tratto Less Than Zero di Bret Easton Ellis, varrà a  Robert Downey Jr. l'apertura delle porte del cinema di prima fascia (e sarà anche l'esordio di un giovanissimo Brad Pitt).

Charlot CharlotCHAPLIN, Robert Downey, Jr., 1992
Charlot
©TriStar Pictures/Courtesy Everett Collection

Il film della prima consacrazione: Robert Donwey Jr. nel 1992 applica la teoria dell'immersione totale per portare sullo schermo la figura di Charlie Chaplin. Studia movenze, stile della parlata, modifica il suo fisico, si annulla nella figura storica. Oggi avrebbe in tasca un Oscar come miglior attore, ma all'epoca, oltre a una manciata di nomination, vinse "solo" un BAFTA.

A Scanner Darkly A Scanner Darkly (©Warner Independent/Everett Collection)A SCANNER DARKLY, Robert Downey Jr., 2006, ©Warner Independent/Everett Collection
A Scanner Darkly (©Warner Independent/Everett Collection)
©Warner Bros/Courtesy Everett Collection

Il film del ritorno dopo la lunga pausa come impresentabile da Hollywood. Il sogno lucido tratto dalle pagine di Phillip K. Dick riporta sulla scena, seppur come comprimario, Robert Downey Jr.  in quello che rimane una piccola perla nascosta con un cast di primissimo livello (e di attori "dimenticati").

Tropic Thunder Tropic Thunder (© DreamWorks/courtesy Everett Collection)TROPIC THUNDER, Robert Downey Jr., 2008, © DreamWorks/courtesy Everett Collection
Tropic Thunder (© DreamWorks/courtesy Everett Collection)
©DreamWorks/Courtesy Everett Collection

Il primo passo verso la consacrazione definitiva. Robert Downey torna alla commedia, suo primo grande amore e lo fa con gli amici del Brat Pack con Ben Stiller e Jack Black. Opera dal gusto comico straordinario, rimane uno dei capisaldi della commedia anni duemila

The Avengers The Avengers,  (©Walt Disney Studios Motion Pictures/courtesy Everett Collection)THE AVENGERS, Robert Downey Jr. (as Tony Stark), 2012, ©Walt Disney Studios Motion Pictures/courtesy
The Avengers,  (©Walt Disney Studios Motion Pictures/courtesy Everett Collection)
©Walt Disney Co./Courtesy Everett Collection

Più di Iron Man, The Avengers, il primo della saga, ha dentro di sé il colore di una galassia nascente, l'incipit di qualcosa di grandioso. Al suo interno Robert Downey Jr. gioca il ruolo di veterano, campione, allenatore, maestro e mentore. Imperdibile anche se non si amano i cinecomics. 



Continua a leggere

Sognando… l'outfit dell'estate 2020. 10 must have moda: tra capi e accessori, qui la nostra wish list

Anche se l'estate sembra lontanissima, le vetrine online ci fanno viaggiare con la mente e la fantasia. Non sappiamo ancora se e quando finirà la quarantena: non possiamo negare o rifiutare la situazione che stiamo vivendo, ma la moda è anche sogno. 

Così abbiamo deciso di sognare, desiderare e creare la nostra “wish list” dei 10 must have del guardaroba estivo: capi e accessori che ci piacerebbe indossare quando arriverà il lieto momento di uscire di casa, programmare un week-end o prenotare il primo volo. 

Sandali con tacco di legno

Un accessorio anni 70 che è pronto per tornare di moda. Indossateli con jeans o vestiti mini/baby doll.

Miu Miu
Miu Miu
Stella McCartney
Stella McCartney
Buket hat

Per proteggersi dal sole o come accessorio glam.

Marine Serre
Marine Serre
Borsa di paglia

In città o al mare, la borsa di paglia è il simbolo dell'estate 2020. L'abbiamo vista in passerella e non vediamo l'ora di sfoggiarla con shorts e vestiti leggerissimi. Da provare anche nella versione secchiello/cestino di vimini (come Jane Birkin).

Loewe
Loewe
Nico Giani
Nico Giani
Sensi Studio
Sensi Studio
Chemisier

Un capo versatile ideale in & outdoor: una camicia lunga, stretta in vita con coulisse o cintura.

Palmer//Harding
Palmer//Harding
F.R.S – For Restless Sleepers
F.R.S – For Restless Sleepers
Gabriela Hearst
Gabriela Hearst
Foulard 

Si porta annodato in testa, allacciandolo a durag: guardate qui i look di sfilata di Dior. Non solo: alcune influencer lo utilizzano come pareo o top. Si apre la challenge di creatività e styling…

Louis Vuitton
Louis Vuitton
Dolce & Gabbana
Dolce & Gabbana
Valentino Garavani
Valentino Garavani
Bermuda

Già visti nei look tailleur, nel tempo libero si portano con cinture in vita, camicie bianche e micro top. I bermuda sono il capo smart dell'estate 2020.

Self-Portrait
Self-Portrait
Jil Sander
Jil Sander
Balmain
Balmain
Top femminile

Pizzo, macramé o sangallo, ma anche colletti “bon ton” e volant, il top è sinonimo di femminilità. 

Alexandre Vauthier
Alexandre Vauthier
Comme des Garçons Girl
Comme des Garçons Girl
Mimi Prober
Mimi Prober
Gioielli di pietre dure

Se siete creative e vi piace il fai-da-te, potete realizzare a casa bracciali, collane e cavigliere con le pietre dure. Oppure adornate l'outfit estivo con questi gioielli moda.

Bottega Veneta
Bottega Veneta
Timeless Pearly
Timeless Pearly
Sylvia Toledano
Sylvia Toledano
Vichy, animalier o pois?

Puntate su una fantasia, un capo che spezza la monotonia. Tra i motivi di tendenza spiccano i quadretti vichy, le skin animalier i pois bianchi/neri.

Ganni
Ganni
Arizona Love
Arizona Love
Sir
Sir
Costume intero

Se volete un capo versatile, puntate sul nero. Nella nostra wish list ci sono modelli con scollatura a “V”, perfetti anche come body/top.

Haigh
Haigh
Cossie + Co
Cossie + Co
Melissa Odabash
Melissa Odabash

Guardate anche:

Moda Estate 2020: costumi interi e bikini di tendenza



Continua a leggere

Le star sono in quarantena come tutti gli italiani e anche loro non possono fare a meno delle videochat per comunicare con le persone care. Vanessa Incontrada ha condiviso alcuni screenshot delle sue conversazioni in video e la cosa particolare è che non ha avuto paura di mostrarsi senza trucco, rivelando la sua bellezza "al naturale".Continua a leggere

Continua a leggere

Il 4 e 5 aprile le sfilate di Mercedes-Benz Fashion Week Russia saranno strasmesse in streming, grazie al lavoro del Russian Fashion Council con il supporto del Fashion Fund.

Per la prima volta in assoluto, a causa del coronavirus, l'evento sarà totalmente digitale e Vogue.it trasmetterà lo streaming delle sfilate.

Alexander Shumsky, Presidente del Russian Fashion Council che organizza la Mercedes-Benz Fashion Week Russia, spiega come sia possibile dare un aiuto ai designer russi, coinvolti come tutti i creativi in questo periodo difficile: "Invitiamo tutti a supportare i designer russi non solo con il nostro tradizionale tag #MBFWRussia, ma anche con i tag #stayhome e #stayhomeinfashion. (…) La cosa migliore che l'industria della moda possa dire oggi al mondo è #stayhome, rimanete a casa e siate responsabili. Tutto il nostro evento online è stato preparato da remoto".

Per la prima volta in Russia, sarà possibile preordinare i pezzi delle nuove collezioni presentate dai designer russi sulla passerella virtuale grazie alla collaborazione con AIZEL.RU, il principale negozio online russo di abbigliamento firmato.

In passerella sfilerà anche la famosa modella virtuale Aliona Pole, che condividerà i suoi look preferiti con il pubblico. Aliona ha anche creato la sua capsule collection personale di abiti digitali e la indosserà per la prima volta alla settimana della moda.

Mercedes-Benz Fashion Week Russia collabora al progetto #Moskvastoboy (Mosca è con te), che è particolarmente rilevante oggi, mentre tutti rimangono a casa. Ogni giorno, il progetto viene aggiornato con sempre più eventi online con varie sedi. Le presentazioni video delle nuove collezioni dei designer russi saranno quindi pubblicate sul sito web del progetto stayhome.moscow e faranno parte dell'intrattenimento dedicato alla popolazione.



Continua a leggere

Star senza trucco, né parrucco. E se i selfie no make-up sono senz'altro un po' una moda, mostrarsi con i capelli naturali (senza piega né tinta) non è di certo uno dei passatempi preferiti delle celebrities. Ma tant'è, il lockdown comprende anche Hollywood, hairstylist personali e saloni compresi. Fra le prime a mostrarsi con i capelli naturali - ma truccatissima as usual, Ariana Grande che su Twitter ha postato un selfie con protagonisti i suoi ricci “veri”. 

https://twitter.com/ArianaGrande/status/1244701449700937734

A seguirla un'altra giovanissima: Kylie Jenner. La sorella di Kim e Kendall è infatti protagonista di un video senza extension scurissime (o, in alternativa, viola, verdi e ossigenate) per mostrarsi con un caschetto lungo raccolto in una mezza coda e delle “comunissime” schiariture. Insomma: Kylie Jenner al naturale è bionda… Surprise!

Chi invece non svela né colore né texture è Sharon Stone che, sempre bionda, liscia e con i capelli a caschetto, si mostra senza trucco né piega durante un video tutorial su come esercitare polmoni e respirazione. In una versione bad hair day che ci fa esclamare: “Sharon sei tutte noi!”.

Un'altra star evidentemente senza supporto dell'hairstylist - AKA Manuele Mameli - è Chiara Ferragni, naturalmente molto mossa, in questi giorni di lockdown si mostra sempre con lo chignon. Sognando, per sua stessa ammissione, onde morbide e styling ordinato.

Chi invece svela una ricrescita grigia “importante” è Teri Hatcher, la Susan di Desperate Housewives, che su Instagram ha caricato un video in cui si dà alla tinta fai da te. 

Stessa scelta della, più giovane, Georgia May Jagger che di certo non ha capelli bianchi e infatti punta su una colorazione più accesa: blu da una parte, viola dall'altra. Una sorta di Harley Quinn ma in versione più grunge

Potrebbe anche interessarvi 

Capelli naturali delle star
Jennifer Lawrence Capelli da parrucchiereJennifer Lawrence Capelli naturaliCiara Capelli da parrucchiereCiara Capelli naturaliAriana Grande Capelli da parrucchiereAriana Grande Capelli naturaliScarlett Johansson Capelli da parrucchiereScarlett Johansson Capelli naturaliTyra Banks Capelli da parrucchiereTyra Banks Capelli naturaliGigi Hadid Capelli da parrucchiereGigi Hadid Capelli naturaliKaty Perry Capelli da parrucchiereKaty Perry Capelli naturaliHeidi Klum Capelli da parrucchiereHeidi Klum Capelli naturaliCynthia Nixon Capelli da parrucchiereCynthia Nixon Capelli naturaliKerry Washington Capelli da parrucchiereKerry Washington Capelli naturaliEmma Stone Capelli da parrucchiereEmma Stone Capelli naturaliZendaya Capelli da parrucchiereZendaya Capelli naturaliLady Gaga Capelli da parrucchiereLady Gaga Capelli naturaliChloe Sevigny Capelli da parrucchiereChloe Sevigny Capelli naturaliBritney Spears Capelli da parrucchiereBritney Spears Capelli naturali
Vogue Italia, Settembre 2008 - Foto di Craig McDean
Hair Color
Capelli: la guida definitiva alla tinta fai da te
Le colorazione ad acqua salvano more e bionde dalla ricrescita. Serve poca manualità, ma con i consigli dell'hairstylist di fiducia


Continua a leggere

L'evoluzione dello stile di Penn Badgley, dal successo di Gossip Girl alla scoperta come nuovo idolo dark con la serie Netflix, You.

Ne aveva conquistati di cuori l'attore con il suo ruolo da ragazzo scapestrato di Brooklyn nella serie cult con Blake Lively e, grazie al successo di You (con la terza stagione confermata da Netflix), Badgley si è fatto riscoprire dai suoi fan con un nuovo look da bad boy

L'ex fidanzatino televisivo di Serena van der Woodsen, terminata l'esperienza di Gossip Girl nel 2012, si è dedicato principalmente alla musica con la band indie MOTHXR, adottando uno stile sempre più tendente al grunge, con capelli lunghi annessi. La chioma folta e mossa ci fa scoprire un Badgley diverso da quello che conosciamo grazie al piccolo schermo, e rivisto oggi si rivela come una versione dark e sexy di Timothée Chalamet.

E dev'essere stato proprio il suo fascino da bello e dannato ad avergli fruttato il ruolo da protagonista nella serie Netflix You, in cui l'attore interpreta il ruolo dello stalker professionista Joe Goldberg.

Scorrete la gallery per scoprire l'evoluzione dello stile di Penn Badgley da Gossip Girl a You e fateci sapere cosa ne pensate sui nostri social.

Penn Badgley, 2020Penn Badgley, 2020Getty ImagesPenn Badgley, 2020Penn Badgley, 2020Getty ImagesPenn Badgley, 2018Penn Badgley, 2018Getty ImagesPenn Badgley, 2015Penn Badgley, 2015Getty ImagesPenn Badgley, 2013Penn Badgley, 2013Getty ImagesPenn Badgley, 2016Penn Badgley, 2016Getty ImagesPenn Badgley, 2012Penn Badgley, 2012Getty ImagesPenn Badgley, 2020Penn Badgley, 2020
NEW YORK, NY - JANUARY 08: (EXCLUSIVE COVERAGE) Actor Penn Badgley visits the SiriusXM Studios on January 8, 2020 in New York City. (Photo by Cindy Ord/Getty Images)
Getty ImagesPenn Badgley, 2018Penn Badgley, 2018Getty ImagesPenn Badgley, 2014Penn Badgley, 2014Getty ImagesPenn Badgley, 2010Penn Badgley, 2010Getty ImagesPenn Badgley, 2011Penn Badgley, 2011Getty Images


Continua a leggere

Irina Shayk punta sul monocromo, nuova tendenza dell'off duty

Che Irina Shayk sia una vera maestra in fatto di look non è certo una novità. Sono memorabili le mise sfoggiate dalla top sul red carpet e in passerella ma, ultimamente, quello che ha attirato la nostra attenzione è l'abilità con cui riesce a sfoggiare outfit monocromatici. Puntando quindi su un solo colore, o sul ton sur ton, Irina ha sfoggiato nell'ultimo periodo una serie di look indimenticabili, da cui è indispensabile prendere ispirazione se si vuole provare quella che pare essere la nuova tendenza dell'off duty. Analizzando le uscite più recenti della Shayk, abbiamo notato la sua predilezione per alcuni colori, come il beige e il nero, oltre al verde, il bianco e il mattone. Il dettaglio importante a cui prestare attenzione, quindi, è la palette: è fondamentale scegliere una nuance che valorizzi il proprio incarnato. Senza dimenticare, poi, di abbinare correttamente gli accessori, che possono essere di una tinta vicina a quella degli abiti oppure in netto contrasto, a seconda dell'effetto che si desidera ottenere. 

Irina ShaykBackgridWSJ Mag 2019 Innovator AwardsPictured: Irina ShaykRef: SPL5127174 071119 NON-EXCLUSIVEPicture by: Nancy Rivera / SplashNews.comSplash News and PicturesLos Angeles: 310-821-2666New York: 212-619-2666London: +44 (0)20 7644 7656Berlin: +49 175 3764 166photodesk@splashnews.comWorld RightsWSJ Mag 2019 Innovator Awards
WSJ Mag 2019 Innovator AwardsPictured: Irina ShaykRef: SPL5127174 071119 NON-EXCLUSIVEPicture by: Nancy Rivera / SplashNews.comSplash News and PicturesLos Angeles: 310-821-2666New York: 212-619-2666London: +44 (0)20 7644 7656Berlin: +49 175 3764 166photodesk@splashnews.comWorld Rights
Nancy Rivera / SplashNews.comIrina ShaykGetty ImagesIrina ShaykSplashIrina ShaykGetty ImagesIrina ShaykGetty ImagesIrina ShaykGetty ImagesIrina ShaykGetty ImagesIrina ShaykBackgridIrina ShaykGetty Images


Continua a leggere

Debutta su Netflix venerdì 3 aprile, in 190 Paesi, la quarta parte de La casa di carta, la serie non in lingua inglese più vista sulla piattaforma di streaming.

Nella quarta stagione, con 8 nuovi episodi, torna protagonista anche la musica italiana. Dopo “Bella Ciao”, i protagonisti cantano anche “Ti amo” di Umberto Tozzi e “Centro di gravità permanente” di Franco Battiato.

La Casa di Carta 4 inizia nel caos: il Professore (Álvaro Morte) è convinto che Lisbona (Itziar Ituño) sia stata giustiziata, Rio (Miguel Herrán)  e Tokio (Úrsula Corberó) hanno distrutto un carro armato e Nairobi (Alba Flores) lotta tra la vita e la morte. La banda sta affrontando uno dei momenti più difficili di sempre e la presenza di un nemico tra i suoi stessi ranghi ostacola seriamente la riuscita del colpo.

Ci sono grandi novità anche per Berlino (Pedro Alonso), guardate il video qui sotto e ascoltate l'interpretazione “spagnola” di Battiato.

Leggete anche il nostro articolo sulla moda che si ispira alla Casa di carta



Continua a leggere

Si è spento il 2 aprile all'ospedale di Cesena Sergio Rossi, imprenditore del settore calzaturiero, fondatore  del brand omonimo. Era ricoverato da qualche giorno, dopo essere risultato positivo al Covid -19.  Aveva 84 anni: con lui scompare uno dei decani del distretto della scarpa di San Mauro Pascoli, in provincia di Forlì. Aveva imparato direttamente sul campo dal padre calzolaio, per poi aprire una fabbrica a San Mauro Pascoli all’inizio degli anni 50, all'inizio del boom economico. Già a 14 anni realizzava insieme al fratello Franco i modelli che vendeva d'estate, sulla Riviera romagnola. 

Sergio Rossi: décolleté, sandali e slippers, tutte le scarpe più iconiche
DécolletéDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéSandaloSandaloSandaloSandaloSandaloSandaloSandalinoSandalinoSandalinoSandalinoSandalinoSandalinoSandalinoSlipperSlipperSlipperSlipper

La sua notorietà e il successo internazionale sono legati anche a importanti collaborazioni con grandi designer, tra cui quella con Gianni Versace, ancora giovanissimo.“Era un vero maestro, è stato un piacere poter lavorare con lui. Era e resta oggi più che mai la nostra guida spirituale,” ha detto Riccardo Sciutto, amministratore delegato del brand.

Appena qualche settimana fa, il marchio aveva lanciato un'iniziativa per la lotta al coronavirus supportando l’Ospedale ASST Fatebenefratelli - Sacco di Milano con una donazione di 100 mila euro e lanciando una sfida a tutte le donne che amano le collezioni Sergio Rossi: dal 14 marzo al 20marzo il 100% delle transazioni effettuate su SergioRossi.com è stato devoluto alla lotta contro il Covid-19. 



Continua a leggere

Fidenza Village lancia un'iniziativa dedicata a combattere la noia e a sviluppare la propria creatività. Ci sono molti modi, infatti, di reagire all'isolamento forzato, quanto necessario, da coronavirus: in questi giorni si moltiplicano, per fortuna, le iniziative per intrattenere, divertire e fare compagnia a tutti noi chiusi in caso. Alcune proposte, poi, ci “sfidano” a trovare talenti nascosti e a metterci alla prova con la nostra vena artistica.

La creatività, in questi giorni di #iorestoacasa, si può trasformare in uno strumento di utilità sociale: questo il principio alla base dell'iniziativa che vede Fidenza Village promuovere su Instagram e Facebook  un ricco calendario di live streaming che, con talk interattivi e workshop, tiene compagnia a tutti coloro che, di giovedì, seguono sui social Fidenza Village. 

L'iniziativa di giovedì creativi vede ospiti illustratori e designer, selezionati in collaborazione con Kreativehouse: tra loro Fernando Cobelo, artista venezuelano conosciuto in tutto il mondo per il suo stile poetico ed emozionale, Ale Giorgini, uno dei più famosi illustratori italiani, La Fille Bertha street artist di Cagliari molto amata dal mondo della moda e ancora Ilaria Faccioli, illustratrice per bambini che ha lanciato il trend dei workshop per intrattenere i bambini a casa in questi giorni. 

Fernando Cobelo
Fernando Cobelo

 I partecipanti alla diretta streming possono entrare, anche se virtualmente, nello studio di un artista, parlargli e lasciarsi ispirare dai suoi lavori. Le dirette rimangono ottimi spunti negli highlight dedicati delle Instagram stories. Così è già possibile scoprire i workshop di Ilaria Faccioli, Ale Giorgini e Fernamdo Cobelo.

Fidenza Village da sempre supporta i creativi e i talenti, così come tutti i villaggi shopping del network di cui fa parte: gli 11 Villaggi di Value Retail animano diverse iniziative dedicati di giovani creativi, molti dei quali capaci di attraversare le frontiere e valorizzare i brand emergenti su differenti mercati. Un esempio tra tutti, dedicato proprio a Fidenza Village: The Creative Spot, pop-up boutique che ospita talenti internazionali selezionati da Sara Sozzani Maino.

La Fille BerthaSenza titolo
La Fille Bertha
Alessandra Maria Pulixi

Appuntamento online sulla pagina Instagram di Fidenza Village

Ilaria Faccioli
Ilaria Faccioli


Continua a leggere

Le creazioni Sergio Rossi sono apprezzate perché uniscono la versatilità (richiesta dalla donna contemporanea) alla femminilità. Scarpe che esprimono la creatività del Made in Italy e che da sempre stanno al passo coi tempi grazie alla sperimentazione di tacchi, silhouette e materiali, che esprimono lo spirito del tempo (alias le mode che vestono i nostri piedi!).

Il “re” delle calzature, che ha dato il nome all'azienda, è mancato proprio oggi all'età di 85 anni, dopo il ricovero per Covid-19, ma la sua vita, intrecciata alla storia del grande artigianato italiano, vive nei modelli sr1.

Nella photo-gallery troverete slippers, décolleté e sandali, tutte le scarpe più iconiche di Sergio Rossi. Qui, invece, la nuova collezione primavera estate 2020, presentata durante a Milano Fashion Week. 

A78951MCAZ01110.1000.6.H2.jpgDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéDécolletéSandaloSandaloSandaloSandaloSandaloSandaloSandaloSandaloSandaloSandaloSandaloSandaloSandalinoSandalinoSandalinoSandalinoSandalinoSandalinoSandalinoSandalinoSandalinoSandalinoSandalinoSandalinoSandalinoSandalinoA77990MNAN07170.9180.6.H2.jpgSlipperSlipperSlipperSlipperSlipperSlipperSlipperSlipper


Continua a leggere

Le camicie per la primavera estate 2020 sono ricche di elementi romantici come balze, colletti maxi e maniche a sbuffo

Se da una parte esiste una fazione di puristi della camiceria, fedeli alle silhouette essenziali, ai colletti a triangolo e ai colori neutri, dall'altra l'estro prende il sopravvento, aggiungendo al design tradizionale elementi dall'essenza romantica e femminile. La camicia classica, ispirata alla sartoria maschile e capo imprescindibile di ogni guardaroba, può essere declinata in varianti eccentriche e fantasiose, senza snaturare la sua essenza basic. Un colletto importante, un revers ampio, leggere balze sul petto, maniche a sbuffo barocche e voluminose - dettagli semplici che fanno la differenza.

Andreas Kronthaler for Vivienne Westwood primavera estate 2020
Andreas Kronthaler for Vivienne Westwood primavera estate 2020
GorunwayBurberry primavera estate 2020
Burberry primavera estate 2020
GorunwayStella McCartney primavera estate 2020
Stella McCartney primavera estate 2020
Gorunway

Sulle passerelle della primavera estate 2020, molti brand propongono le camicie in versioni couture e originali. Andreas Kronthaler si ispira al barocco e alle sue forme esagerate, creando per Vivienne Westwood camicie ampie, con un colletto arricciato che ricorda una gorgiera e spalle larghe e morbide. Moderno è invece l'approccio di Riccardo Tisci, che per Burberry propone delle maniche in delicata seta arricciata, dando movimento e volume all'intero look. Stella McCartney unisce balze e maniche oversize nella sua camicia con bordi di pizzo e con colletto a triangolo maxi.

Alberta Ferretti primavera estate 2020
Alberta Ferretti primavera estate 2020
GorunwayLouis Vuitton primavera estate 2020
Louis Vuitton primavera estate 2020
GorunwayChloé primavera estate 2020
Chloé primavera estate 2020
Gorunway

Alberta Ferretti resta sul semplice, con delicate maniche a palloncino e un raffinato colletto alla coreana uniti a una stampa a righe bianche e azzurre. Louis Vuitton ha un'estetica anni 70, che si esprime a pieno nei disco collar, i grandi colletti bianchi ispirati alle mise da discoteca in stile La Febbre del Sabato Sera. Chloé opta per una lunghezza crop, decorando le spalle di romantiche balze bianche.

MSGM primavera estate 2020
MSGM primavera estate 2020
Gorunway

Da abbinare con minigonne, pencil skirt, un paio di jeans o dei leggeri bermuda, queste camicie sono un capo versatile che può essere adattato a qualunque occasione d'uso, puntando sul giusto abbinamento e sugli accessori: con pantalone e flat shoe per il giorno, con gonne e sandali per la sera, possono trasformare ogni look in una mise dall'anima bohémien. Il consiglio fondamentale? L'attenzione nello scegliere i gioielli. Meglio optare per bijoux delicati, sottili e non troppo elaborati, per non rischiare di sovraccaricare un look già molto ricco di particolari.

Alexander McQueen
Alexander McQueen
Dolce & Gabbana
Dolce & Gabbana
Gucci
Gucci
Miu Miu
Miu Miu
Paco Rabanne
Paco Rabanne
Philosophy by Lorenzo Serafini
Philosophy by Lorenzo Serafini
Prada
Prada
Simone Rocha
Simone Rocha
Unttld
Unttld
Victoria Victoria Beckham
Victoria Victoria Beckham
Viktor & Rolf
Viktor & Rolf
Vivetta
Vivetta


Continua a leggere


X

privacy